Ricerca | La Serp del vicino è sempre più local

I primi risultati che Google restituisce quando ricerchiamo un’attività nelle nostre vicinanze sono dominati da mappe e imprese locali.

Una realtà che si incrocia con un altro dato incontrovertibile: da qualche anno ormai le ricerche effettuate da dispositivi mobili sui motori di ricerca hanno surclassato quelle da desktop.

Lo so, sembra superfluo ricordarlo visto che, per ognuno di noi, non si contano più le ore passate durante il giorno con uno smartphone tra le mani: durante tutto quel tempo interagiamo, lavoriamo, ci divertiamo e soprattutto ricerchiamo.

La ricerca da mobile con intenti locali è stata una vera e propria svolta per le piccole e medie imprese.

Un tempo era necessario fornire come keyword nella nostra intenzione di ricerca anche la località: ora grazie agli aggiornamenti degli algoritmi combinati con le rilevazioni gps questo è del tutto superfluo.

Ecco perchè basta spostarci di qualche chilometro e la stessa identica ricerca può mostrare risultati del tutto differenti.

Di conseguenza anche la SEO si è evoluta adattandosi a queste nuove potenzialità: un cambiamento su tutti è stato quello di premiare le attività locali che hanno una presenza online ottimizzata attraverso il posizionamento nel famoso ‘Local 3 Pack’ ovvero all’interno di quei tre risultati con maggiore evidenza che compaiono come primi fra la serp organica e con ulteriori dettagli sempre aggiornati.

Local 3 Pack
Esempio di un gran bel risultato presente al’interno della Local 3 Pack

Dobbiamo inoltre considerare anche le ulteriori evoluzioni nella modalità di ricerca degli utenti: ormai non si parla più di ‘chiavi di ricerca’ ma di ‘query di ricerca’ ovvero dell’inserimento nella barra di Google di vere e proprie frasi che l’algoritmo ha imparato sempre più ad interpretare nelle intenzioni e variando di conseguenza la sequenza dei risultati.

Senza contare la crescita esponenziale della ricerca vocale associata agli assistenti interattivi e agli smart speaker che sempre più stanno comparendo nelle nostre case.

Insomma il modo in cui ricerchiamo le informazioni in rete si sta sempre più allontanando dal mero inserimento di fredde keyword per avvicinarsi a vere e proprie domande di senso compiuto, come se stessimo rivolgendole ad una persona.

Di conseguenza le piccole e medie imprese locali hanno una enorme potenzialità e devono farsi trovare pronte per intercettare proprio quelle domande colloquiali che l’utente effettua sempre più frequentemente.

Per una PMI un buon lavoro SEO che la contestualizzi all’interno del proprio territorio sfruttando coerentemente le particolarità della zona dove essa è inserita consentirà di intercettare tutto quel traffico in cerca di una attività simile geolocalizzata nell’area di interesse grazie ed una visibilità curata e dettagliata.

Basti pensare che le ricerche da dispositivo mobile per attività legate al concetto di ‘vicinanza’ hanno avuto una crescita esponenziale: attualmente ben 3 persone su 4 dopo aver individuato l’attività di loro interesse si recano fisicamente nello sede stessa dell’attività.

Chiudi il menu