Esci e vai su Facebook? Mi raccomando l’educazione!

L’educazione su Facebook premia sempre: anche nella costruzione etica di una strategia di web marketing per la tua impresa.

Scriviamolo insieme bello in grande e con la biro rossa: Facebook non è Google. Non sbuffare e non dirmi che lo sai già perché ti assicuro che uno degli errori più comuni è proprio quello di gestire la propria presenza aziendale su entrambi nello stesso identico modo. Beh: no, me spias.

Google è perfetto per soddisfare impulsi o necessità acquisto e quindi ideale per impostare le tue campagne con Ads oppure la tua strategia di posizionamento SEO in stile: prodotto, costo, acquisto.

Le persone – quindi anche tu – utilizzano Google per soddisfare un bisogno immediato o per finalizzare una decisione verso l’acquisto.

Mi serve uno smartwatch? Vado su Google. Devo prenotare una vacanza? Vado su Google. Voglio acquistare quel vinile in edizione limitata del mio gruppo preferito? Google!

Bisogno effettivo -> soddisfazione del desiderio -> acquisto

Facebook invece, non scordarlo mai, è un social network: anzi al momento è ancora IL social network.

E la gente – quindi anche tu – NON va su Facebook per acquistare: anzi va su Facebook proprio per NON acquistare e svagarsi.

Farsi gli affari degli altri, guardare i video di indigeni che costruiscono piscine di fango nella foresta, divertirsi in una bolla legata ai nostri interessi.

La diretta conseguenza è che lo stesso stile di comunicazione finalizzato alla vendita non potrà mai funzionare in Facebook: anzi sarà paradossalmente visto come un’azione altamente irritante e quindi otterrà un risultato paradossalmente controproducente per la nostra impresa.

Quindi, nel caso tu lo stia facendo, smetti immediatamente di pubblicare nella tua news feed quei post grezzi con ‘foto articolo – prezzo – sconto – compra subito – promozione – solo per te’.

Perchè no: su Facebook non funzionano.

Su Facebook in una strategia di marketing etica e costruttiva funziona sempre e sopra ogni cosa l’educazione.

Intesa sia come rispetto del pubblico sia come costruzione del valore del tuo prodotto o servizio attraverso la produzione di contenuto che crei interesse verso il tuo brand, possibilmente con informazioni che possano risultare sempre utili.

Una persona che si concede piccoli o grandi momenti di svago scegliendo di scorrere la sua news feed in Facebook molto probabilmente non avrà la necessità immediata di contattarti: ti assicuro però che, mostrando all’interno della sua bacheca le giuste creatività, è molto probabile che nel momento in cui avrà effettivamente bisogno di quanto proponi, prima di aprire Google, si ricorderà di te.

Di conseguenza, prima ancora di mettersi alla ricerca di un risultato utile su Google che soddisfi a quel punto il suo bisogno, beh quel risultato già se lo ricorderà poichè l’avrà scoperto proprio attraverso Facebook.

E quel risultato, se avrai gestito al meglio la tua comunicazione social attraverso una pianificazione etica ed efficace, sarai tu.

Chiudi il menu