Web e comunicazione | Essere unici non significa essere utili

Il tuo sito deve essere innanzitutto utile e produrre contenuti in grado di rispondere alle domande di chi ti sta cercando online.

Figo il tuo sito eh? Grande intuizione quella di scorrerlo in orizzontale, non potevi avere (ehm) idea migliore.

E qui cosa abbiamo? Ma dai: un’animazione in flash! Non ne vedevo una dai tempi del millenium bug! Si vede che ti piace il vintage, adoro.

E che dire del tuo splendido autoritratto in stile ottocentesco che campeggia nello slider di ingresso con questa leggiadra cornice arabescata che da sola peserà almeno, lasciami indovinare, 20 mega? 50?! Meraviglioso.

E lassù, cos’è quello? Aspetta che metto gli occhiali… nooo! Non dirmi che è un raro menù da home page futurista con nomencaltura astratta! Sublime.

Potrei continuare così per un bel po’ di righe e narrarti di interi siti aziendali concepiti come musei narcisisti che mi sono passati davanti allo schermo e tutti, o quasi, creati secondo le stesse dinamiche errate che si possono tranquillamente riassumere in tre macro problematiche:

  • realizzazione artigianale senza competenze tecniche
  • priorità all’estetica – discutibile o meno
  • errata valutazione del concetto di originalità

Per farti comprendere ancora meglio ti presento la mia cara amica forchetta:

Non sempre essere unici

significa essere utili

Se in cima alla lista delle priorità della tua casa online decidi di mettere una unicità privata dal contesto e dalle regole del linguaggio di comunicazione nella quale essa si troverà collocata allora il tuo tentativo di emergere dalla massa sarà non solo inutile ma disastroso.

L’obiettivo della tua comunicazione in rete deve essere quello di spostarsi dal concetto di unicità a quello di utilità lavorando sulla fruibilità del sito da parte del tuo potenziale cliente e trasmettendo innanzitutto il valore del tuo contenuto.

Per farlo nel giusto modo devi conoscere tutte le regole del gioco.

Un solo esempio tra i tanti: lo sai che il tuo sito deve essere ottimizzato per la visione da smartphone vero? Mobile first: Google lo richiede a gran voce da ormai qualche anno.

Ma attenzione: questo non significa semplicemente che il tuo sito debba solo essere tecnicamente visibile su tutti gli smartphone per essere indicizzato e trovato al meglio ma che sia anche ‘pensato‘ per una visione mobile. E questa è tutta un’altra faccenda rispetto al semplice ‘essere visibili anche sul telefonino’. E questo, come detto, è solo un esempio.

Un visitatore che entra per la prima volta nella tua casa virtuale si aspetta quello che anche tu ti aspetteresti quando entri in casa d’altri: un sito pulito, ordinato, dove trovare le cose velocemente ed in modo chiaro.

Solo se il primo impatto sarà questo avrà il desiderio di proseguire verso la tua originalità e ne rimarrà colpito a tal punto di volerne sapere di più.

Altrimenti tutto il valore aggiunto del tuo prodotto o servizio non servirà a nulla e il tuo visitatore (contatto? possibile cliente?) starà già bussando al sito dei vicini: un sito magari meno originale del tuo ma molto più attento alla giusta gestione della sua comunicazione online.

Solo se sei utile

puoi permetterti di essere originale.

Chiudi il menu